Archivio storico dell'ANIMI (1908-1963, con fotografie del 1903)

Archivio storico dell'ANIMI
(1908-1963, con fotografie del 1903)

La tipologia della documentazione conservata rispecchia la complessità dell’azione dell’ANIMI e delle personalità che con essa hanno collaborato.

L’attività dell’Associazione è stata diretta, fin dall’inizio, allo sviluppo dell’istruzione, alla formazione culturale, all’assistenza delle popolazioni del Mezzogiorno d’Italia, al sostegno e alla promozione di attività economiche e sanitarie che potessero migliorarne le condizioni di vita. A questi interventi programmati si aggiungevano di volta in volta quelli legati alle contingenze: l’assistenza alle popolazioni colpite dal terremoto del 1914, ai profughi durante le due guerre mondiali, ai bambini russi nel 1922, ai profughi armeni, gli interventi nelle alluvioni del 1951-1953 e tanti altri. Occorre ricordare che hanno operato nell’Associazione personalità della cultura e della politica italiana, ne sono stati presidenti Leopoldo Franchetti, Benedetto Croce, Edilio Rusconi, Giovanni Gentile, Ivanoe Bonomi, Umberto Zanotti Bianco, Luigi Albertini, Manlio Rossi-Doria. Altri hanno contribuito, in vario modo, alle sue iniziative, ricordiamo Gaetano Salvemini, Giuseppe Lombardo Radice, Giustino Fortunato, Ernesto Rossi, Riccardo Bauer, Luigi Einaudi. Nell’archivio si trovano, quindi, sia documenti contabili ed amministrativi, sia progetti di edifici, disegni, relazioni del personale tecnico, materiale editoriale, corrispondenza, fotografie, oltre che tutto il materiale didattico elaborato dall’Associazione per la gestione degli asili, delle colonie sanitarie e delle scuole diurne, serali e festive per bambini e adulti analfabeti. Di notevole interesse anche il materiale relativo all’attività svolta nel campo della formazione femminile sia negli anni della Delega per l’opera contro l’Analfabetismo, che negli anni Sessanta, in collaborazione con la Cassa per il Mezzogiorno, si svolse nell’ambito della formazione degli adulti soprattutto nei centri rurali. Sono disponibili un inventario cartaceo consultabile in sede e un database informatizzato consultabile in rete, sul sito Archivi del Novecento, che comprende anche i files immagine della serie fotografica di cui è disponibile anche l’inventario cartaceo.

Nel 2007, nell’ambito di un progetto cofinanziato dalla Fondazione Cariplo, l’archivio dell’Ufficio ANIMI di Reggio Calabria è stato inventariato attraverso il software GEA e inserito nella base dati di Archivi del Novecento.

ANIMI

Sostienici con il tuo 5x1000

Sostieni l'ANIMI con il tuo 5X1000. A te non costa nulla - essendo una quota d'imposta che lo Stato affida alle organizzazione di promozione sociale - ma aiuterai noi a finanziare progetti tesi a favorire gli studi sul meridionalismo connessi all'integrazione del Mezzogiorno d'Italia nel contesto politico, economico e culturale.

Come fare? È davvero semplice...

• Compila il modulo 730, il CU oppure il Modello Unico
• Firma nel riquadro "Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale..."
• Indica il codice fiscale della fondazione: 80113270583
• Anche chi non compila la dichiarazione dei redditi, ovvero chi ha solo il modello CU fornitogli dal datore di lavoro o dall'ente erogatore della pensione, può destinare il 5x1000