La Biblioteca Giustino Fortunato

Associazione Nazionale per gli Interessi del Mezzogiorno d'Italia

Biblioteca Giustino Fortunato
Fondi speciali
Regolamento
Richiesta informazioni

La Biblioteca è aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle 18:00. Gli utenti possono usufruire di un servizio di fotoriproduzione, nei limiti consentiti dalle leggi vigenti. Il personale di sala è disponibile per informazioni bibliografiche e particolari ricerche.
La biblioteca partecipa al servizio di prestito interbibliotecario.

La Biblioteca Giustino Fortunato

Nel 1923, nella sede dell'Associazione, in Palazzo Taverna, fu fondata una biblioteca riservata ai problemi del Mezzogiorno d'Italia e intitolata a Giustino Fortunato che alla sua costituzione aveva contribuito con il legato di circa 3000 volumi. Nuovi acquisti, lasciti e donazioni accrebbero via via questo iniziale fondo librario e oggi la Biblioteca, con i suoi circa 60.000 volumi, è la più ricca tra quelle specializzate in Italia sui problemi del Mezzogiorno. Di questo importante patrimonio l'Associazione ha sempre cercato di favorire la conoscenza e la diffusione.

Nacque così, a partire dal 1976, la serie dei cataloghi a stampa: undici volumi, divisi per autore e per soggetto, che riportano tutto il posseduto della Biblioteca e che, soprattutto nelle voci per soggetto e per materia equivalgono ad una vasta ed esaustiva bibliografia sui problemi del Mezzogiorno dall'antichità ai giorni nostri.

Dal 1998, la Biblioteca ha aderito al Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN) all'interno del polo IEI – Istituti culturali di Roma. A partire da questa data tutte le nuove acquisizioni sono consultabili all'indirizzo: Istituti Culturali di Roma oppure all'interno del catalogo unico nazionale all'indirizzo opac.sbn.it. La Biblioteca di studi meridionale "Giustino Fortunato" è aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle 18,00 gli utenti possono usufruire di un servizio di fotoriproduzione, nei limiti consentiti dalle leggi vigenti. Il personale di sala è disponibile per informazioni bibliografiche e per particolari ricerche.

È possibile consultare e scaricare direttamente qui il catalogo dei periodici posseduti dalla Biblioteca (agg. giugno 2008).

   

Sostienici con il tuo 5x1000

Sostieni l'ANIMI con il tuo 5X1000. A te non costa nulla - essendo una quota d'imposta che lo Stato affida agli enti di ricerca e promozione culturale - ma aiuterai noi a finanziare progetti tesi a favorire gli studi sul meridionalismo connessi all'integrazione del Mezzogiorno d'Italia nel contesto politico, economico e culturale.

Come fare? È davvero semplice...

• Compila il modulo 730, il CU oppure il Modello Unico
• Firma nel riquadro "FINANZIAMENTO DELLA RICERCA SCIENTIFICA E DELL’UNIVERSITÀ"
• Indica il codice fiscale della fondazione: 80113270583
• Anche chi non compila la dichiarazione dei redditi, ovvero chi ha solo il modello CU fornitogli dal datore di lavoro o dall'ente erogatore della pensione, può destinare il suo 5x1000.