Le Pubblicazioni - approfondimenti

Associazione Nazionale per gli Interessi del Mezzogiorno d'Italia

1910-2010 centenario ANIMI

Le Pubblicazioni
I Periodici

Collezione di Studi Meridionali

TORNA ALLE PUBBLICAZIONI

Meridionalismo critico
Scritti sulla questione meridionale 1945-1973

a cura e con introduzione di Carlo G. Lacaita

Da quando si prese coscienza, dopo l'Unità, della questione meridionale, essa è stata sempre riconosciuta come il problema cruciale e pressante della vita nazionale. Per i cambiamenti intervenuti negli ultimi cinquant'anni gli attuali termini del problema sono molto diversi da quelli di un tempo: non solo il Mezzogiorno non è più connotato dalla miseria contadina diffusa, ma si mostra anche agganciato allo sviluppo economico dei paesi più evoluti. Ciò nondimeno il problema del dualismo italiano resta aperto e il peso del passato più recente e meno recente continua a farsi sentire.
Comprendere le cause e i caratteri strutturali del ritardo meridionale e le difficili, contraddittorie trasformazioni che sono alla base dell'odierna realtà del Mezzogiorno, è il primo passo verso un rinnovato impegno unitario per ridurre i divari ancora esistenti.

Dal secondo dopoguerra ai primi anni settanta Bruno Caizzi dedicò particolare impegno sia allo studio della dimensione storica della questione meridionale sia ai cambiamenti avviati con la politica degli interventi straordinari realizzata dai governi repubblicani. I saggi raccolti in questo volume danno una significativa testimonianza della prospettiva realistica e problematica seguita dall'autore nel suo lavoro di analisi, il cui significato critico resta tuttora pienamente attuale.

TORNA ALLE PUBBLICAZIONI

ANIMI

Sostienici con il tuo 5x1000

Sostieni l'ANIMI con il tuo 5X1000. A te non costa nulla - essendo una quota d'imposta che lo Stato affida alle organizzazione di promozione sociale - ma aiuterai noi a finanziare progetti tesi a favorire gli studi sul meridionalismo connessi all'integrazione del Mezzogiorno d'Italia nel contesto politico, economico e culturale.

Come fare? È davvero semplice...

• Compila il modulo 730, il CU oppure il Modello Unico
• Firma nel riquadro "Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale..."
• Indica il codice fiscale della fondazione: 80113270583
• Anche chi non compila la dichiarazione dei redditi, ovvero chi ha solo il modello CU fornitogli dal datore di lavoro o dall'ente erogatore della pensione, può destinare il 5x1000