Contatti | Crediti | Link | Home
ANIMI Associazione Nazionale per gli Interessi del Mezzogiorno d'Italia
"Mezzogiorno d'Italia"
la Storia, la Cultura, la Società, i Personaggi
1910 -
     

Storia dell'Associazione
 
"Società Magna Grecia"
 
La Biblioteca Giustino Fortunato
 
Gli archivi
 
Le Pubblicazioni
 
Archivio Storico per la Calabria e la Lucania
 
A.N.I.M.I. e il Mezzogiorno un secolo di Storia e di Immagini
 

Società Magna Grecia

 

Nel 1920 alcuni amici dell'A.N.I.M.I. fondarono la "Società Magna Grecia", con lo scopo di raccogliere fondi per la promozione di scavi archeologici e di studi sui reperti, nonché per la preservazione dei monumenti e la costituzione o l'ampliamento dei musei, comprendendo le civiltà indigene, le colonie greche, la civiltà etrusca, l'epoca romana e quella bizantina nell'Italia Meridionale. Attorno alla Società, nella sua prima fase e fino alla metà degli anni '80, si raccolsero scienziati ed archeologi, quali Paolo Orsi, Quintino Quagliati, Pirro Marconi, Amedeo Maiuri, Edoardo Galli, Ugo Rellini, Giulio Emanuele Rizzo, Paola Zancani Montuoro, Giovanni Pugliese Carratelli. Scavi vennero effettuati a Velia, Cirò (Tempio di Apollo Aleo), Sibari, Metaponto, Taranto, Peschici, Matera, Himera, Leontini, Agrigento, Sant'Angelo Muxaro. Tra le varie importanti scoperte, straordinaria fu quella del tempio di Hera Argiva, alle foci del Sele, effettuata da Umberto Zanotti Bianco e Paola Zancani Montuoro, con la serie delle metope che costituiscono a tutt'oggi la massima testimonianza scultorea dei Greci di Occidente. Questa florida prima fase si concluse a metà degli anni '80 con la scomparsa di Paola Zancani Montuoro.

Nel 1990 il Presidente dell'ANIMI, Michele Cifarelli, si adoperò per una rinascita dell'attività archeologica. Venne così nominato un apposito Comitato direttivo di 21 esperti, vennero rinnovate le ricerche e la partecipazione a campagne di scavo - mediante l'istituzione di borse di studio -, venne ripresa la pubblicazione del periodico "Atti e Memorie della Società Magna Grecia". Quest’ultimo, nei primi tre volumi della IV serie (1996-2007), per complessivi 15 tomi, ha pubblicato il Corpus dei Pinakes locresi, ovvero di un importantissimo patrimonio di oltre 5.000 frammenti di tavolette fittili votive del V sec. a.C., scoperti da Paolo Orsi e custoditi nei Musei di Reggio Calabria e di Locri.

La Società Magna Grecia partecipa inoltre ai lavori di scavo dell'Heraion alla foce del Sele, condotti dalla Soprintendenza archeologica di Salerno, dall'Università di Napoli "Federico II" e dall'Università di Lille.

pinakes pinakes

Comitato Direttivo della "Società Magna Grecia"

PRESIDENTE

Prof. Gerardo BIANCO

CONSIGLIERI

Prof. Joseph CARTER
Prof. Stefano DE CARO
Dott.ssa Juliette DE LA GENIERE
Prof. Michel GRAS
Prof. Pietro Giovanni GUZZO
Prof. Adriano LA REGINA
Prof. Eugenio LA ROCCA
Prof.ssa Elena LATTANZI
Prof.ssa Maria Letizia LAZZARINI
Prof.ssa Elisa LISSI CARONNA
Prof. Gianfranco MADDOLI
Dott.ssa Madeleine MERTENS HORN
Dott.ssa Maria Luisa NAVA
Dott.ssa Felicita NISIO CIFARELLI
Prof. Salvatore SETTIS
Prof. Paolo SOMMELLA
Dott.ssa Giuliana TOCCO
Dott. Fabrizio VISTOLI
Prof.ssa Licia VLAD BORRELLI
Prof. Fausto ZEVI

SEGRETARIO GENERALE

Dott. Fabrizio VISTOLI

Copyright © 2000, ANIMI Associazione Nazionale per gli Interessi del Mezzogiorno d'Italia • All rights reserved.